giovedì, 14 maggio 2009

La sicurezza del nostro PC e dei nostri dati

Miei cari lettori, questa volta mi sono gettato in un'impresa titanica (almeno per me). Con l'arrivo della nuova versione di Ubuntu 9.04 Jaunty Jackalope mi sono preso la briga di studiare un po' più da vicino il mondo della sicurezza. Il mio approccio, come sempre, è quello del normale utente, cioè del non professionista che si cimenta con questa materia molto variegata e complessa. Tanto complessa che ho preferito suddividere il risultato del mio studio in cinque parti per non spaventare nessuno e diffondere la conoscenza in pillole un po' più digeribili.
Con il piccolo editore del Blog sarebbe stato assai scomodo scrivere così tanto, perciò ho optato per la creazione di cinque documenti con Google Docs che ho pubblicato in rete. Qui di seguito vi elenco i link con i quali potete aprire ognuno di essi.

La sicurezza dei nostri dati - 1a parte
La sicurezza dei nostri dati - 2a parte
La sicurezza dei nostri dati - 3a parte
La sicurezza dei nostri dati - 4a parte
La sicurezza dei nostri dati - 5a parte

Spero troviate interessante e non troppo ostico il contenuto e soprattutto che anche voi, come ho fatto io, possiate trarre giovamento da quanto descritto per migliorare la sicurezza del vostro PC. Nessuno si aspetti chissà quale trattato universitario. Ripeto: non sono uno specialista del ramo e il mio scopo era quello di riuscire come mezzi semplici a capire alcuni concetti ed applicarli senza complicarsi troppo la vita. La mia speranza è quella di esserci riuscito, ma non spetta a me giudicare ovviamente.

Come sempre attendo i vostri commenti, ma anche e soprattutto segnalazioni di eventuali imprecisioni e miglioramenti possibili. Buona lettura.


Subito dopo la pubblicazione di questo post mi è arrivata la segnalazione di Aldo che molto gentilmente ha dedicato un po' del suo tempo a preparare una versione PDF dei cinque articoli creata mediante Scribus. È con piacere quindi che aggiungo questa postilla al post per offrire a tutti la bella e pratica versione, facilmente consultabile e stampabile. Eccola qua: Sicurezza del PC e dei dati in PDF.

7 commenti:

Aldo ha detto...

Nicola, dirti grazie è il minimo! Un lavoro eccezionale! ;)

Senti, bisognerebbe farne una voce del wiki di Ubuntu Italia. Che ne pensi?

romeo ha detto...

Ciao Aldo,

ti ringrazio per il complimento. Non dirmi che ti sei già sciroppato tutti e cinque i documenti !!

Per quanto riguarda la pubblicazione sul wiki di Ubuntu Italia non c'è problema. Se posso dare il mio piccolo contributo alla comunità sono più che felice.
Però non so bene come fare. Ho dato un'occhiata veloce (molto veloce) alle pagine del wiki e ho visto che sono ben strutturate e ordinate. Non penso che chiunque possa entrare a modificarle. Bisogna forse annunciare i propri contributi a qualcuno? Tu ne sai qualcosa? Magari nel wiki queste regole sono descritte, ma non ho avuto il tempo di leggere più attentamente.

Ti ringrazio.

Daniele N ha detto...

Mi unisco ai ringraziamenti perché è davvero un ottimo lavoro. Ho letto tutti e 5 gli articoli con interesse, nonostante conoscessi abbastanza bene l'argomento.

Se metti una licenza CC mi piacerebbe reimpaginare il tutto, stamparlo e distribuirlo ad alcuni eventi del mio LUG. A proposito avresti voglia di fare un talk sugli argomenti trattati negli articoli a Pisa per il prossimo Linux Day?

Aldo ha detto...

@Nicola

Sì che li ho letti! Ma solo letti. Devo rivedere meglio la parte relativa alla cifratura della home, che ancora non ho mai affrontato. Mi è piaciuta moltissimo la gradualità con cui metti in luce i vari punti di sicurezza.

Per il wiki, creati una pagina personale (non c'è bisogno di chiedere il permesso a nessuno) in cui scrivi brevissimamente chi sei e poi ne crei un'altra con nome "Prove0" (provezero, col numero) in cui puoi cominciare a creare una bozza di pagina per come dovrà apparire nelle pagine ufficiali. Nella tua "Prove0" puoi fare tutti gli esperimenti che vuoi.
Per capire come strutturare il discorso, dai un'occhiata alle altre pagine. Quando avrai finito, contatta quadrispro http://is.gd/A97o e gli sottoponi la pagina: lui interverrà per le cose da uniformare stilisticamente (e anche nei contenuti) alle altre pagine ufficiali. In ogni caso sta a loro decidere se pubblicarla.

@Daniele N
Ottima idea quella di invitarlo a un talk sull'argomento.
Non ci crederai, ma volevo chiedere a Nicola se potevo reimpaginare il testo con Scribus per crearne un PDF più comodo da leggere a video (e anche stampabile). :)

romeo ha detto...

@Daniele

finora non avevo mai pensato a licenze per il contenuto da me pubblicato. Così ho seguito il tuo consiglio e mi sono informato su come fare. Ora sulla sinistra della pagina del blog trovi l'icona tipica della Creative Commons License. Grazie per il suggerimento.
Conseguenza di ciò ora puoi riutilizzare gli articoli che trovi sul sito.
Se ritieni necessari maggiori dettagli su di me in qualità di autore questo è il mio profilo Launchpad: https://launchpad.net/~jelmorini

@Aldo
quanto detto per Daniele ora vale naturalmente anche per te e per tutti i visitatori che lo riterranno utile.

@entrambi
non nascondo un certo orgoglio nel leggere che addirittura trovate buona cosa se io venissi ad un Linux Day a presentare di persona quanto documentato. Tuttavia per il momento non credo sia per me possibile partecipare. Gli impegni della vita quotidiana, la mia preparazione da "autodidatta", da normale utente e quindi sommaria, non mi permettono di espandere troppo le mie attività in quello che rimane pur sempre un hobby. Non riesco nemmeno a partecipare alle riunioni vicine a casa mia, figuriamoci diventare internazionale!
Questo non significa un'esclusione ad oltranza nel tempo per questo tipo di impegni. Non si può mai dire per il futuro...
Per il momento quando posso preferisco esprimermi dal blog, poi di vedrà.

Ancora grazie e un saluto.

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
questa guida è valida anche per Ubuntu 10.4 Lucid..??

Saluti
Grazie
Franco

romeo ha detto...

Buongiorno Franco,

in linea di massima concetti e procedure presentate sono valide anche per Ubuntu Lucid 10.04 e oltre.
Tuttavia c'è una parte che non è sicuramente più adeguata e si tratta del capitolo che parla di GRUB. Da quando ho creato il documento, Ubuntu è passato a GRUB2 che ha una gestione differente.
Spero di trovare prima o poi il tempo di analizzare in dettaglio GRUB2 e poter così aggiornare la guida.

Cordiali saluti
Nicola